Dal dicembre 2013, c'è un angolo d'Italia ad accogliere i visitatori di Bryant Park, uno dei parchi più frequentati di New York, situato in Midtown Manhattan fra la 41a e la 42a strada. Al 1095 di Avenue of Americas, nella piazza che fa da anticamera al parco, svettano Hero e Superhero, la coppia di sculture pubbliche con cui l'acclamato architetto e designer italiano Antonio Pio Saracino ha risposto alla duplice richiesta di celebrare l’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti e di realizzare un progetto di arte pubblica nel cuore della Grande Mela.


Hero, interamente realizzata in marmo, è un dono dell’Italia agli Stati Uniti, da parte della Farnesina, dell’Ambasciata Italiana di Washington DC e del Consolato Generale d’Italia a New York, con il sostegno di Eni, in segno di amicizia fra i due Paesi. Guardando l'opera, anche l'occhio più distratto non può fare a meno di scorgervi i contorni familiari di uno dei simboli più famosi dell'Italia nel mondo, nonché icona fra le più rappresentative della civiltà occidentale: il David di Michelangelo.

Con questo progetto, Saracino si è infatti voluto ispirare al grande capolavoro del Buonarroti, proponendone una rilettura in chiave moderna basata sulla scomposizione delle armoniche forme michelangiolesche in piani paralleli di vario spessore, a formare una struttura che richiami l'architettura dei grattaceli circostanti e che esprima al tempo stesso potenza e levità.


Il 4 maggio, a due anni dalla sua creazione, una nuova edizione della scultura di Saracino è stata installata nel cortile della Galleria dell'Accademia, a pochi metri dall'opera a cui si ispira. L'iniziativa, promossa dalla stessa Direzione della Galleria dell'Accademia, in collaborazione con l'Ambasciata Italiana di Washington DC e con PMG Italia, rappresenta un omaggio "filologico" al grande modello di Michelangelo ed il tentativo ambizioso di instaurare con esso una relazione attuale.


© Foto D'Arte Firenze

La nuova edizione, commissionata dal gruppo finanziario newyorkese Global emerging Markets Group (GEM), è stata infatti costruita a Carrara usando la stessa pietra scelta da Michelangelo  ed ha le stesse dimensioni del David (5,2 m.), dunque più grande di quella di Bryant Park, per un peso totale di circa 5t. Essa rimarrà esposta fino al 20 settembre, dopodiché verrà trasferita all'EXPO di Milano.

Noi di Foto D'Arte Firenze abbiamo incontrato Saracino alla Galleria dell'Accademia ed abbiamo seguito assieme a lui le operazioni di scopertura dell'opera, realizzando alcuni degli scatti usati per il pieghevole dell'evento espositivo, facente parte della collana "Quaderni dell'Accademia", edita da Sillabe. Per noi e per la nostra attività nell'ambito della fotografia d'arte, l'incontro con un esponente di spicco dell'architettura contemporanea si è rivelato particolarmente stimolante.


Siamo lieti di aver potuto rendere omaggio ad un opera coraggiosa, considerata una fra le più intelligenti e qualitativamente rilevanti reinterpretazioni del David mai realizzate, nel segno della continuità con i valori della tradizione artistica ed architettonica italiana del passato, di cui siamo da sempre sostenitori.

© Foto D'Arte Firenze


Antonio Pio Saracino - Designer e architetto Italiano di fama internazionale con base a New York, Saracino ha disegnato edifici, monumenti e oggetti. Le sue opere di design sono state esposte in numerose gallerie e musei di livello internazionale a Washington D.C., Los Angeles e Dubai e fanno parte di collezioni permanenti in musei come il Brooklyn Museum, il Museum of Art and Design di New York e il PowerHouse Museum di Sydney. Ha partecipato alla 54a edizione della Biennale d'Arte di Venezia ed ha vinto numerosi premi tra cui due American Architecture Awards dal Chicago Museum of Architecture e due Best of the Year Award da Interior Design Magazine. Il suo lavoro è stato recensito in pubblicazioni di livello internazionale come il The New York Times, Architectural Digest, Interior Design e Wellpaper. ARTnews Magazine lo ha inserito fra i 25 più interessanti trendsetter, il New italian Blood award lo ha riconosciuto come uno dei Top Ten Italian Architects under 36 e Vogue lo ha definito come uno dei più prolifici designers italiani all'estero.


Informazioni utili La mostra “Hero a Firenze. Omaggio al David: Saracino interpreta Michelangelo” sarà visibile nel cortile interno della Galleria dell’Accademia dal 5 maggio fino al 20 settembre 2015, dal martedì alla domenica, dalle 8.15 alle 18.50.Il biglietto d’ingresso costa € 12,50 (intero) e € 6,25 (ridotto); eventuali richieste di prenotazione al numero 055-294883 di Firenze Musei. Per l’occasione, a cura di Sillabe, è stato realizzato un pieghevole in italiano e in inglese della serie “Il luogo del David” , con i testi dei protagonisti e arricchito da un notevole apparato fotografico (in allegato a questo articolo). Da segnalare, infine, che con il prezzo del biglietto d’ingresso al museo saranno visibili sia la grande scultura di Saracino, sia la mostra “L’arte di Francesco. Capolavori d’arte italiana e terre d’Asia dal XIII al XV secolo”, in corso nell’ambito del programma espositivo di Un anno ad arte 2015.


Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Galleria dell'Accademia | Via Ricasoli 58-60 Firenze


Foto D'Arte Firenze e il nuovo servizio di Newsletter

Vi ricordiamo che sulle pagine del nostro Blog è attivo il nuovo servizio di NEWSLETTER per rimanere aggiornati in "tempo reale" su notizie, curiosità ed informazioni riguardanti mostre, eventi ed altre iniziative legate al mondo dell'arte e non solo.

 

Registrarsi è semplice: servizio NEWSLETTER di Foto D'Arte Firenze - iscrizione

 Alcuni video dedicati all'evento

Pubblicato in Fotografia per l'arte

Se oggi Firenze può esibire molti dei capolavori artistici che hanno contribuito a renderla celebre in tutto il mondo, il merito è della determinazione e della lungimiranza politica di una donna, Anna Maria Luisa de' Medici. Fu lei, infatti, ultima discendente del ramo granducale mediceo, a fare in modo che l'immenso patrimonio artistico e librario accumulato nei secoli dalla sua famiglia rimanesse a Firenze dopo la morte del fratello Gian Gastone, ultimo erede della dinastia. 

Figlia terzogenita del Granduca Cosimo III e della Principessa Margherita Luisa d'Orléans, Anna Maria divenne Elettrice Palatina in seguito alle nozze con Johann Wilhelm von Pfalz Neuburg, Principe Elettore del Palatinato. Rimasta vedova, fece ritorno a Firenze, dove nel 1737, anno della morte del fratello, stipulò coi Lorena il famoso "Patto di famiglia", col quale il potente casato si impegnava ad esercitare il suo diritto ereditario sul Granducato di Toscana garantendo però la permanenza delle opere d'arte dei Medici nella loro città e nel loro Stato.

A 270 anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1743, Firenze ha voluto rendere un doveroso omaggio a questa donna e al suo amore per la città con una mostra dal titolo "Arte e Politica. L'Elettrice Palatina e l'ultima stagione della committenza medicea in San Lorenzo", che ne ripercorre le fasi cruciali della vita, con particolare attenzione agli anni del suo impegno per l'arte e per la politica fiorentine, che le valsero l'appellativo di "Principessa Saggia".

La mostra, allestita presso il Museo delle Cappelle Medicee e inaugurata l'8 aprile 2014, si articola in 5 sezioni, presentando al pubblico anche le rarità emerse da nuove ricerche e i risultati dei recenti interventi di risanamento della sepoltura e di restauro di parte dell'importante corredo funebre della Principessa. Si parte da L’infanzia e gli anni giovanili al Poggio Imperiale per poi passare a La giovinezza e il matrimonio, dove spicca la celebre "Allegoria degli Elettori palatini come protettori delle Arti", di Bartolomeo Van Douven; quindi Il rientro a Firenze e l’impegno per la chiesa di famiglia, nucleo centrale dell'esposizione e infine La morte, con incisioni e pubblicazioni dell’epoca ed oggetti rinvenuti nella tomba, fra i quali due medaglie d’oro, due monete e la targa dedicatoria, mai esposti in pubblico prima d'ora.

Con la sua campagna fotografica, Foto D'Arte Firenze ha contribuito ad illustrare il catalogo della mostra, edito da Sillabe e curato da Monica Bietti, curatrice anche dell'esposizione. Per noi un incarico prestigioso ed un'esperienza densa di significato, che valorizza il nostro impegno al servizio dell'arte fiorentina attraverso la celebrazione di una personalità a cui Firenze sarà sempre riconoscente.

A seguire, alcuni link a pagine con aneddoti storici e informazioni sull'evento e il video di RepubblicaTV. In allegato, un estratto del catalogo tratto dal sito di Sillabe Editore.

Polo Museale Fiorentino | Mostre - Arte e Politica. L'Elettrice Palatina e l'ultima stagione della committenza medicea in San Lorenzo

La Nazione Firenze | Cultura - Una mostra in onore dell'Elettrice Palatina

Arte e Arti Megazine | La Principessa Saggia. L'Elettrice Palatina e il Patto di famiglia 


Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze 
Pubblicato in Eventi

Importante iniziativa didattica quella ideata da due insegnanti di Storia dell'Arte del Liceo "Leonardo Da Vinci" di Firenze, Lucia Betti e Antonella Borgognoni, col patrocinio delle Soprintendenze (Polo Museale e Territorio), dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, dell'Osservatorio dei Mestieri d'Arte (OMA) dell’Ente Cassa e della Parrocchia di S. Felice in Piazza: cento ragazzi delle classi terze e quarte, guidati da professionisti del settore, hanno potuto apprendere le prime nozioni dell'arte del restauro pittorico.

Il progetto è stato presentato il 5 marzo 2012 all'Auditorium dell'Ente Cassa, alla presenza del direttore Renato Gordini, del Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure Marco Ciatti, della Soprintendente per i Beni Architettonici Paesaggistici Storici Artistici ed Etnoantropologici per Firenze, Pistoia e Prato Alessandra Marino, del Dirigente scolastico del Liceo "da Vinci" Donatella Frilli e si è svolto nell'arco di sei lezioni-laboratorio. 


© Foto D'Arte Firenze

Gli studenti, suddivisi in gruppi, sotto la guida dei restauratori Sabrina Cassi e Gianmaria Scenini assistiti dal chimico Umberto Mazza di Phase Restauro S.r.l., ditta che ha fornito i prodotti per l'intervento, hanno lavorato su quattro antiche tele: "San Giorgio e il drago", di autore ignoto del XIX secolo, proveniente dal Convento dell’Abbazia di Vallombrosa, "La Deposizione nel sepolcro", di scuola toscana del XVII secolo, di proprietà dell'Ente Cassa, "Ufficiale", di autore ignoto del XIX secolo, dalla Casa parrocchiale di San Felice in Piazza a Firenze e "La Maddalena", della scuola settecentesca di Guido Reni, proveniente dai Depositi degli Uffizi. Quest'ultimo dipinto, dopo il restauro, è approdato addirittura nello Studio della Presidenza della Camera dei Deputati.

© Foto D'arte Firenze

Noi di Foto D'Arte Firenze abbiamo avuto il piacere di partecipare all'iniziativa in qualità di docenti, curando la campagna fotografica di documentazione degli interventi di restauro. Nell'arco dei vari incontri, abbiamo introdotto gli allievi all'utilizzo della fotografia come strumento di indagine diagnostica nell'ambito della Conservazione dei Beni Culturali, così come vuole il protocollo della Soprintendenza, soffermandoci in maniera particolare sull'importanza del lavoro di documentazione visiva a supporto dell'attività del restauratore. E' stata per noi un'esperienza estremamente coinvolgente e stimolante sostenuta dall'entusiasmo e dalla curiosità dei giovanii studenti ai quali ci auguriamo di aver offerto spunti utili alla loro futura formazione.

Alcuni scatti di backstage

 

© Foto D'Arte Firenze

Di seguito, alcuni link a pagine che parlano dell'iniziativa:

Osservatorio dei Mestieri d'Arte | Eventi e News - Al via il progetto "Restauro in diretta": 100 studenti "recuperano" quattro antichi dipinti

Osservatorio dei Mestieri d'Arte | Eventi - Il progetto "Restauro in diretta" approda alla Presidenza della Camera

Ente Cassa di Risparmio di Firenze | Blog - Progetto "Restauro in diretta": sei lezioni laboratorio su tele messe a disposizione da Soprintendenze, Ente Cassa di Risparmio, Parrocchia di San Felice

La Nazione Firenze | Cronaca - Progetto "Restauro in diretta". Cento studenti al lavoro coadiuvati da restauratori ed assistenti


Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Progetto Scuola 'Restauro in diretta'
Pubblicato in Fotografia per l'arte

Pur rappresentando la descrizione di un attimo, uno scatto fotografico porta sempre con sé una storia ad arricchirne il significato. Nell'ambito della fotografia per l'Arte, l'attimo deve essere creato, costruito e la storia che lo accompagna è la biografia dell'idea o della soluzione che ispira il gesto creativo e si fa esperienza.

Fotografare per l'Arte, infatti, significa ritrarre opere ed ambienti mirabili in scatti dove i colori e la descrizione delle forme e dello spazio siano quanto più fedeli alla realtà. Per questo è essenziale curare nei minimi dettagli la fase di allestimento del set fotografico, al fine di creare le condizioni di luce ideali per ottenere il massimo dalla fase di ripresa e di post-produzione. E' sicuramente il momento più impegnativo del nostro lavoro, perché implica spesso il doversi misurare con situazioni ambientali dalla spazialità critica, troppo imponente per essere illuminata in una sola volta o troppo esigua per consentire di accedervi agevolmente. Ma è anche il momento professionalmente più stimolante, perché la ricerca della soluzione a quelle problematiche è il presupposto necessario alla nascita di nuove idee e alla sperimentazione di tecnologie e metodi indispensabili per rimanere al passo coi tempi.

E' questa sfida quotidiana, unita al piacere della scoperta di luoghi dall'atmosfera unica e alla sensibilità acquisita nell'incontro con l'arte, a dare forma alla nostra esperienza. Un'esperienza che si è rivelata preziosa nel raggiungimento di importanti traguardi e che noi di Foto D'Arte Firenze mettiamo volentieri a Vostra disposizione, un'esperienza che ancora oggi continua a ricordarci come dietro ad uno scatto ci sia sempre una grande storia da raccontare.

Una selezione di immagini e video di backstage

© Foto D'Arte Firenze

Pubblicato in Fotografia per l'arte

Quando si parla di moda e manifattura, il made in Italy è universalmente riconosciuto come sinonimo di gusto e garanzia di qualità. In virtù dell'alta considerazione di cui gode, il settore manifatturiero italiano, fra le oggettive difficoltà di un momento storico non certo favorevole, può proporsi come un appetibile terreno d'investimento per quei Paesi che oggi detengono una più ampia disponibilità di risorse economiche.

E' questo lo scenario in cui si è configurato l'incontro fra l'antica tradizione della pelletteria fiorentina, rappresentata egregiamente dall'azienda Almax della famiglia Guerrini, e i capitali cinesi di Zong Quinghou, colui che, stando alle stime di Forbes, è l'uomo più ricco nel Paese della Grande Muraglia. Zong gira l'Europa in cerca di brand da lanciare nella catena di centri commerciali Waow Plaza, di sua proprietà, occupandosi in prima persona della scelta dei prodotti. In una delle sue tappe italiane, si ferma nel distretto manifatturiero di Firenze e commissiona ad Almax una linea di borse e accessori rigorosamente in pelle, in cui siano inconfondibili l'impronta e lo stile del made in Italy. L'azienda fiorentina, con alle spalle un'esperienza pluridecennale come produttrice per le principali griffe mondiali del lusso, decide di raccogliere la sfida, facendosi interprete di un nuovo target e cercando di dare una precisa identità al proprio percorso creativo attraverso collezioni sviluppate in totale autonomia.

Nasce così la linea Guerrini, la nuova firma della pelletteria italiana, con due collezioni dal design ricercato e contemporaneo, realizzate con pellami di qualità e curate nei minimi particolari, come esige la scuola artigiana italiana. La linea comprende borse, portafogli, cinture, articoli di valigeria e custodie concepiti per accompagnare l'uomo e la donna di oggi in ogni occasione, sia nel lavoro che nel tempo libero, con modelli eleganti, pratici e grintosi per lei, classici e casual chic per lui.

© Foto D'Arte Firenze

Per presentare le sue creazioni, la famiglia Guerrini ha riconfermato lo stretto sodalizio con Foto D'Arte Firenze, che aveva già curato un reportage fotografico per Almax (leggi l'articolo del blog che ne parla). Siamo così tornati nella sede dell'azienda a Scandicci, dove abbiamo realizzato le immagini ufficiali delle collezioni del nuovo marchio destinate al catalogo cartaceo e online. Un incarico che Foto D'Arte Firenze ha accettato con entusiasmo e onorato con l'impegno e la cura dei dettagli di sempre, la stessa cura che Almax riserva alle sue lavorazioni e che, in quasi trent'anni di attività, ha portato questa pelletteria ai livelli di eccellenza che tutto il mondo oggi le riconosce.

Una selezione di immagini della prima collezione

© Foto D'Arte Firenze

Una selezione di immagini della seconda collezione

 © Foto D'Arte Firenze

Di seguito, i link di due interessanti articoli per saperne di più su Zong Quinghou e su questa sfida tutta italiana:

Il Sole 24 Ore | L'uomo più ricco della Cina punta sul made in Italy

Il Sole 24 Ore | L'Almax di Scandicci produce borse per il cinese più ricco

 

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Pelletteria Almax | Via Delle Sette Regole 18/A, Scandicci (FI)

 

Pubblicato in Miscellanea

Binergy è un'azienda specializzata nella fornitura di servizi Web, fra i quali la realizzazione di siti internet professionali, progettazione grafica, visual design e web marketing.

 

Vantando un'esperienza decennale nel settore internet, questa azienda possiede tutto il know-how necessario per garantire ai suoi clienti un ricco ventaglio di soluzioni Web all'avanguardia, adattabili ad ogni tipo di esigenza, dal semplice minisito a siti dinamici automatizzati e portali internet.

 

Binergy sviluppa i suoi progetti lavorando a stretto contatto col cliente e offrendo un servizio di consulenza Web in ogni fase decisionale del progetto: dalla cura dell'aspetto grafico, attraverso la personalizzazione delle pagine web con colori, logo aziendale e animazioni che rispecchino l'attività del cliente in maniera funzionale ai propri obiettivi, fino all'aspetto promozionale, grazie all'utilizzo delle migliori tecnologie per favorire una maggiore visibilità dei siti in rete, come l'indicizzazione nei motori di ricerca, strumenti per l'analisi statistica del traffico internet e delle parole chiave, campagne pubblicitarie su Google e associazione del sito con blog, forum e social network come Facebook e Twitter.

 

Tali aspetti si rivelano strategici in particolare per le aziende che operano in settori come quello turistico e immobiliare, per le quali Binergy, in virtù dell'esperienza maturata e in qualità di Partner Web di Eutech – Gestionale Immobilia2000, ha sviluppato soluzioni con funzionalità Web avanzate specifiche per questi settori.

 

© Foto D'Arte Firenze

 

Grazie alla sua professionalità ed affidabilità, Binergy ha acquisito negli anni una reputazione ed una competenza che le sono valse importanti partnership tecnologiche con DELL, Asus, Netgear e Microsoft, ed un ragguardevole portafoglio di clienti.

 

Con il trasferimento nella sua nuova sede di Siena, Marco Bisi titolare dell'azienda si è affidato a Foto D'Arte Firenze per la realizzazione delle immagini ai suoi rinnovati e accoglienti locali. E´ così che si é instaurato un prezioso rapporto di collaborazione fra le nostre attività, concretizzatosi nella progettazione di contenuti grafici e multimediali per siti Web prossimi al lancio. Un sodalizio stimolante, che offre ad entrambi la possibilità di mettere in pratica tecniche di comunicazione visiva avanzate e permette così di rafforzare la nostra presenza in un settore sempre più dominato da immagini, multimedialità e soluzioni web-based.

 

© Foto D'Arte Firenze

 

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Binergy (di Marco Bisi) - Solutions for Web Business | Via Grossetana 84, San Rocco a Pilli, Sovicille (Siena)
Pubblicato in Miscellanea

Ai lettori di questo blog abbiamo già avuto modo di raccontare, attraverso le nostre immagini, l'imponente intervento di restauro che ha restituito ai suoi antichi fasti i locali dell'Officina Profumo - Farmaceutica di Santa Maria Novella, considerata, in virtù dei suoi 400 anni di attività, la farmacia storica più antica d'Europa ed uno degli esercizi commerciali più antichi in assoluto.

Il 18 dicembre 2013, il pubblico ha potuto ammirare per la prima volta dopo il restauro, una delle stanze di maggior pregio dell'intero complesso architettonico, la Sagrestia dell'ex Cappella di San Niccolò, conosciuta anche come "Stanza delle Acque", per essere stata fin dal XVII secolo il luogo in cui si conservavano le acque distillate. Utilizzata oggi come biblioteca dell'Officina Profumo, dove sono custoditi testi liberamente consultabili, questa stanza deve il suo splendore e la sua importanza al ciclo pittorico quattrocentesco che affresca interamente le sue pareti, attribuito a Mariotto di Nardo di Cione, di scuola giottesca, e raffigurante scene della Passione di Cristo.

I lavori di restauro, diretti dall'architetto Luca Salvalai con la supervisione della Dott.ssa Anna Maria Bisceglia - Soprintendenza per il Patrimonio Storico ed Artistico della città di Firenze, oltre a restituire l'originaria bellezza agli affreschi della Sagrestia, hanno permesso di riportare alla luce le pitture originali della volta, coperte da un precedente intervento eseguito nel '800.

 © Foto D'Arte Firenze

Foto D'Arte Firenze, col suo reportage fotografico, ha documentato le delicate fasi di restauro, lavorando per più di un anno su un cantiere sospeso, a stretto contatto con la restauratrice Daniela Dini ed il suo staff. 

© Foto D'Arte Firenze

Al termine di una campagna fotografica condotta con successo fra le oggettive difficoltà tecniche dovute alla necessità di muoversi in spazi ristretti, Foto D'Arte Firenze desidera ringraziare tutte le persone con cui ha condiviso questa esperienza affascinante ed esprimere la propria soddisfazione per aver potuto mettere ancora una volta la propria professionalità ed esperienza al servizio dell'arte e della bellezza.

Alcune immagini degli affreschi restaurati

© Foto D'Arte Firenze

L'Unione Imprese Storiche Italiane illustra la presentazione del restauro della Sagrestia

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Stanza delle Acque | Officina Profumo Farmaceutica Santa Maria Novella | Via della Scala, Firenze
Pubblicato in Fotografia per l'arte

Firenze, 11 e 12 novembre 2013 | Per far nascere idee e trovare nuove ispirazioni ai manager e gli imprenditori più innovativi | Foto D'Arte Firenze Media Partner @ #BSW13

bettersoftware

Questa 5° edizione è organizzata da un team di 5 imprenditori che, con il placet di Develer, hanno deciso di sviluppare in maniera autonoma la conferenza portandola ad essere il punto di riferimento italiano in materia di management innovativo.

Il focus di questa edizione sarà quindi riportato verso tematiche di management, innovazione e organizzazione, miscelate come tradizione in un contesto eterogeneo di interventi in conferenza, con preferenza verso case history innovative "Made in Italy".

Il Nuovo Team 2013: lo staff di Develer, che per 4 anni ha fatto crescere questo evento, passa il testimone a 5 imprenditori:

Francesco Fullone CEO di Ideato una delle web company italiane più note, imprenditore, organizzatore di conferenze. Potete seguirlo su @fullo

Alberto Brandolini Strategic Consultant e Trainer con la sua Avanscoperta, speaker in conferenze nazionali ed internazionali. Potete seguirlo su @ziobrando

Francesco Pallanti Founder di WeLikeCRM azienda dedicata alla Social Business Intelligence, con Develer ha dato vita a Better Software nel 2009. Potete seguirlo su  @BlackMouseLAB

Matteo Papadopoulos designer con il pallino del responsive, direttore tecnico in Cantiere Creativo, design & web company italiana. Potete seguirlo su @spleenteo

Giovanni Puliti project manager, Agile coach, direttore di Mokabyte, storica rivista online dedicata a Java. Potete seguirlo su @giovannipuliti

La conferenza sarà tenuta al Grand Hotel Mediterraneo, in Lungarno del Tempio 44. Lo spazio scelto è a due passi dal cuore artistico di Firenze, a due passi da Piazza Santa Croce e la Biblioteca Nazionale.

Bettersoftware Firenze

Il Grand Hotel Mediterraneo è una delle strutture business-centered fiorentine più grandi ed organizzate, facilmente raggiungibile dalla stazione dei treni di Santa Maria Novella e dai numerosi parcheggi presenti in zona.

Il programma 2013 di Better Software

Quest'anno 2 giorni e 3 tracce per un totale di 28 talk, 2 workshop e 2 panel.

Lunedì 11 novembre 2013 giornata di apertura dedicata ad aspetti tecnologici ed alla User Experience dei progetti.

Martedì 12 novembre 2013 giornata di apertura dedicata al management innovativo, con una track dedicata al mondo lean/agile ed un Panel sulle Startup.

Tra i relatori: Andrea Provaglio, Fabio Castronuovo, Hoang C. Huynh, Giovanni Puliti, Sam Reghenzi, Stefano Maraspin, Luca Panzanella, Raffaele Boiano, Luca Mearelli, Antonio Volpon, Matteo Vaccari, Luca Mascaro, Francesco Dominidiato, Matteo Giaccone, Ju Liu, Alberto Brandolini, Michele Orselli, Bruno Bellissimo, Gaetano Mazzanti, Donato Mangialardo, Olav Maassen, Claudio Bergamini, Andrea Bandera, Jacopo Romei, Stelio Verzera, Matteo Collina, Francesco Degrassi, Yoav Aviram, Lorenzo Masacci, Alessandro Violini, Massimo Neri, Alessandro Galetto, Michele Luconi, Francesco Trucchia, Marianna Cerato, Ilaria Mauric, Francesco Fullone, Stefano Fontanelli, Emanuela Zaccone, Filippo De Santis, Francesco Lucchesi

bettersoftware

Alcune immagini dell'evento

 

Cristian Ceccanti fotografo @ Foto D'Arte Firenze | Media Partner @ BetterSoftware 2013

bettersoftware firenze

Pubblicato in Miscellanea

Foto D'Arte Firenze per la documentazione fotografica dei lavori di restauro degli antichi locali della Farmacia Santa Maria Novella in Via della Scala a Firenze.

A partire da novembre 2011 è iniziata la collaborazione di Foto D'Arte Firenze con la Direzione dell'Antica Farmacia di Santa Maria Novella.

Un incarico che si è protratto fino al 10 maggio 2012, giorno in cui i locali sono ritornati al loro antico splendore ed è stato celebrato l'Anniversario dei 400 anni di ininterrotta attività della storica Farmacia.

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, Via della Scala Firenze

Leggi l'articolo sul blog di Foto D'Arte Firenze sull'anniversario dei 400 anni dell'Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella.

Una campagna fotografica impegnativa, che si è svolta seguendo la rigorosa tempistica della Direzione Lavori, in un cantiere progettato per garantire alla Farmacia la normale attività di vendita.

Una galleria con alcune immagini realizzate sul cantiere

Un ringraziamento speciale a tutti coloro con i quali abbiamo condiviso le medesime fatiche ma soprattutto le enormi soddisfazioni per i risultati ottenuti.

Officina Profumo, sala blu

FOTO D'ARTE FIRENZE @ Officina Profumo di Santa Maria Novella | NON SOLO FOTOGRAFIE

Grazie alla preziosa collaborazione con Fresnel Multimedia, Foto D'Arte Firenze ha fornito all'Officina Profumo di Santa Maria Novella un'affascinante documentazione video delle fasi più salienti del restauro.

Al Salone del Restauro di Ferrara edizione 2014 (presso lo spazio Salotto dei Libri gestito da Nardini Bookstore) sono stati presentati gli interventi effettuati ed i risultati ottenuti.

Pubblicato in Fotografia per l'arte

Le trasferte a Venezia di Foto D'Arte Firenze per i capolavori di Antonio Canova

Per circa un'anno e mezzo Foto D'Arte Firenze ha seguito l'accurato e meticoloso intervento di restauro sulle opere del Canova a Venezia.

Sono state delle trasferte impegnative ma sicuramente entusiasmanti, immersi tra le tante opere d'arte che questa città ci ha offerto.

A fianco di Daniele Angellotto, l'abile restauratore che si è occupato del recupero di questi gessi del Canova, abbiamo iniziato a produrre tutta la documentazione fotografica necessaria iniziando a fotografare le metope nel loro stato iniziale.

Visto lo stato in cui questi gessi si trovavano si è trattato di un'intervento di restauro molto impegnativo sotto tutti i punti di vista, culminato in un eccezionale recupero. 

Foto D'Arte Firenze vi presenta una galleria di immagini realizzate nei depositi dell'Accademia durante le numerose trasferte a Venezia.

Leggi l'articolo del blog di Foto D'Arte Firenze sulla presentazione di queste opere restaurate alle Gallerie d'Italia di Milano.

Un' interessante approfondimento su Le CANDIDE METOPE DOPO IL RESTAURO "ULTIMO CAPOLAVORO" DI CANOVA - Arskey | magazine d'arte moderna e contemporanea

Pubblicato in Fotografia per l'arte
Pagina 1 di 2

Eventi

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

TAG

affreschi alessandra marino alta risoluzione antonio canova antonio da sangallo il giovane arezzo asciano benito navarrete biblioteca medicea laurenziana campagna fotografica Canova carta cotone castello leonina catalogo sillabe ceccanti foto ceccanti fotografo firenze census chianti clemente vii color management cosimo i crete senesi cristian ceccanti cristian ceccanti fotografo cristian ceccanti fotografo arte cristina acidini daniele angellotto dante alighieri decorazione murale design disegni edifir eike schmidt eleganza engagement session ente cassa risparmio firenze epson famiglia medicea fasto privato ferdinando i fiesole figline valdarno firenze foto arte foto arte firenze fotografia fotografia arte fotografia arte firenze fotografia matrimonio fotografia matrimonio firenze fotografo fotografo arte fotografo arte firenze fotografo firenze fotografo matrimonio fotografo matrimonio firenze foto matrimonio firenze gabinetto disegni e stampe uffizi galleria palatina galleria uffizi gallerie uffizi gerhard wolf giorgio marini giuliano da sangallo griffe grottesca ivan rossi ivan rossi fotografo ivan rossi fotografo arte kunsthistorisches institut in florenz made in italy manoscritti mara visona marco bisi marco ciatti marzia faietti max planck institut medici michelangelo buonarroti mina gregori monica bietti museo argenti opere arte opificio pietre dure palazzo pitti palazzo vecchio pelletteria piazzale michelangelo pittura polo museale fiorentino ponte vecchio post produzione raffaello reportage fotografico restauro restauro vetrate biblioteca laurenziana rinascimento roma salone di michelangelo san lorenzo scandicci scultura segni nel tempo siena sillabe simone baroncelli sposi stampa fine art stile toscana uffizi valdarno venezia vetrate biblioteca laurenziana video villa casagrande villa la palagina ville vino volume