Foto D'Arte Firenze - Il blog di Foto D'Arte Firenze - Ultimi Articoli

Foto D'Arte Firenze per la documentazione fotografica dei lavori di restauro degli antichi locali della Farmacia Santa Maria Novella in Via della Scala a Firenze.

A partire da novembre 2011 è iniziata la collaborazione di Foto D'Arte Firenze con la Direzione dell'Antica Farmacia di Santa Maria Novella.

Un incarico che si è protratto fino al 10 maggio 2012, giorno in cui i locali sono ritornati al loro antico splendore ed è stato celebrato l'Anniversario dei 400 anni di ininterrotta attività della storica Farmacia.

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, Via della Scala Firenze

Leggi l'articolo sul blog di Foto D'Arte Firenze sull'anniversario dei 400 anni dell'Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella.

Una campagna fotografica impegnativa, che si è svolta seguendo la rigorosa tempistica della Direzione Lavori, in un cantiere progettato per garantire alla Farmacia la normale attività di vendita.

Una galleria con alcune immagini realizzate sul cantiere

Un ringraziamento speciale a tutti coloro con i quali abbiamo condiviso le medesime fatiche ma soprattutto le enormi soddisfazioni per i risultati ottenuti.

Officina Profumo, sala blu

FOTO D'ARTE FIRENZE @ Officina Profumo di Santa Maria Novella | NON SOLO FOTOGRAFIE

Grazie alla preziosa collaborazione con Fresnel Multimedia, Foto D'Arte Firenze ha fornito all'Officina Profumo di Santa Maria Novella un'affascinante documentazione video delle fasi più salienti del restauro.

Al Salone del Restauro di Ferrara edizione 2014 (presso lo spazio Salotto dei Libri gestito da Nardini Bookstore) sono stati presentati gli interventi effettuati ed i risultati ottenuti.

Video collegato

Mercoledì, 15 Ottobre 2008 00:00

Il primo incontro di Dante con Beatrice

Scritto da

Henry Holiday, l'incontro immaginario fra Dante e Beatrice (con il vestito rosso) accompagnata dall'amica Vanna (con il vestito bianco), sul Ponte Santa Trinita in Firenze (1883)

Un'immagine simbolo per Firenze e per tutte le coppie di sposi che vorranno celebrare il loro matrimonio in questa magnifica città.

A Foto D'Arte Firenze piace ricordare questo celebre primo incontro di Dante con Beatrice, un'omaggio alla storia d'amore che visse uno degli uomini più rappresentativi della vita della nostra città con la sua adorata.

Beatrice Portinari, la donna di cui Dante si innamorò perdutamente, ebbe un ruolo essenziale nella vita del poeta.

Dante così descrisse Beatrice la prima volta che la vide, nella Vita Nova:

"era vestita di nobilissimo colore, umile e onesto, sanguigno, cinta e ornata a la guisa che la sua giovanissima etade si convenia".

Gli straordinari scorci di Firenze conosciuti in tutto il mondo potranno essere la cornice naturale delle immagini che Foto D'Arte Firenze potrà realizzare per il vostro matrimonio.

Il nostro amore per l'arte e la nostra passione per la fotografia sul sito www.fotodartefirenze.it

Ad un mese esatto dal loro matrimonio, siamo andati ad Asciano a trovare Alexandra e Niccolò, per trascorrere un pomeriggio con loro e realizzare un'engagement session in vista del servizio fotografico matrimoniale. 

Asciano è un incantevole borgo medievale che sorge in una delle zone più belle della campagna toscana. Da qui infatti, percorrendo la strada panoramica per Siena, si può ammirare lo spettacolo offerto dalle famose Crete Senesi, caratterizzato da un susseguirsi di biancane e calanchi, le cui sfumature donano al paesaggio un suggestivo aspetto lunare.

Dopo una breve passeggiata fra le vie del paese, con i futuri sposi abbiamo percorso un tratto di questa strada per raggiungere il Castello di Leonina, dove si terrà il ricevimento di nozze. Antica fortezza del XIII secolo, nonché dimora di campagna del Cardinale Fabio Chigi, divenuto successivamente Papa Alessandro VII, il castello oggi ospita l'Hotel Relais Siena, perfetto per passare momenti di tranquillità, in sintonia con la natura inconfondibile delle Crete Senesi.

Contagiati dall'atmosfera del luogo e dalla complicità fra Alexandra e Niccolò, ci siamo quindi avventurati nel cuore delle Crete, dove i due fidanzati, fra campi di frumento e file di cipressi, si sono lasciati andare a momenti di spensieratezza e libertà, dimostrandosi naturali e completamente a loro agio davanti ai nostri obiettivi.


Ai futuri marito e moglie vanno i nostri più sinceri auguri per un matrimonio da sogno. 


 Love and Passion, Art and Photography - www.fotodartefirenze.it - Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi 


Foto D'Arte Firenze e il nuovo servizio di Newsletter

Iscrivetevi al nostro nuovo servizio di NEWSLETTER per ricevere notizie, curiosità ed informazioni legate alla nostra attività nell'ambito della fotografia matrimoniale.

Registrarsi è semplice: servizio NEWSLETTER di Foto D'Arte Firenze - iscrizione 

Video collegato

Video di Simone Baroncelli

A pochi passi da Piazza della Repubblica, nel cuore di Firenze, Palazzo Davanzati è una tappa obbligata per chi desidera immergersi nell'atmosfera di una tipica abitazione signorile fiorentina agli albori del Rinascimento.

Sopravvissuto alle demolizioni che interessarono il centro storico di Firenze nel periodo in cui la città fu capitale d'Italia, questo edificio rappresenta uno dei rari esempi di architettura ibrida a cavallo fra due epoche, abbinando la verticalità tipica della casa-torre medievale all'ampiezza caratteristica del palazzo rinascimentale sviluppato attorno ad un cortile centrale.

Per secoli, le pareti del palazzo hanno fatto da cornice alle vicende pubbliche e private delle ricche famiglie di mercanti fiorentini cui è appartenuto: prima i Davizzi, che lo fecero costruire verso la metà del '300, poi i Bartolini Salimbeni, che lo acquistarono nel 1516 e infine i Davanzatiche ne furono i proprietari dal 1578 fino al 1838, anno in cui Carlo, l'ultimo erede maschio del casato, morì suicida.

Da allora, vari interventi di modifica strutturale ne hanno determinato la configurazione odierna, il più significativo dei quali fu compiuto su iniziativa dell'eclettico antiquario Elia Volpi, che acquistò l'immobile ai primi del '900 e lo arredò in stile trecentesco per adibirlo a Museo privato della Casa Fiorentina Antica, facendolo diventare in breve tempo una fonte di ispirazione neo-rinascimentale per turisti stranieri, soprattutto americani, in cerca di spunti per l'arredo delle loro abitazioni.

Dopo varie vicissitudini, dal 1951 l'edificio appartiene allo Stato Italiano, che lo ha destinato definitivamente a museo pubblico, con allestimenti che nel corso degli anni si sono arricchiti di preziosi oggetti e collezioni provenienti da altre gallerie fiorentine e da donazioni, con cui si è voluto ricreare il tipico ambiente domestico rinascimentale.

Pozzo a muro che tramite un sistema di carrucole permetteva di portare l'acqua dal cortile a tutti i piani dell'abitazione

Attraversando gli ampi saloni di rappresentanza, le sale da pranzo, gli studioli, le camere da letto e la cucina, il visitatore può ammirare ricche decorazioni, statue, dipinti, affreschi con storie cavalleresche, arazzi e una pregiata raccolta di mobili finemente intarsiati, suppellettili e oggetti d'uso in cui rivivono silenziosamente scene di vita quotidiana, consumate fra accordi commerciali, amori cortesi, lavori domestici e passatempi, in un'epoca in cui Firenze era un polo di arte, cultura e ricchezza.

 

E' in questi ambienti carichi di fascino, dove il tempo sembra essersi fermato, che Foto D'Arte Firenze ha condotto un'impegnativa campagna fotografica, in seguito a un intervento di adeguamento e consolidamento che ha tenuto il museo chiuso al pubblico per diversi anni. Per noi, un lavoro di estrema accuratezza, che ha richiesto la massima competenza e applicazione per ottenere scatti in altissima risoluzione in locali molto ampi e in condizioni di luce critica. Un altro incarico di prestigio in uno dei luoghi più suggestivi della nostra bellissima Firenze. 


© Foto D'Arte Firenze

Di seguito, il link del Polo Museale Fiorentino per fare un tour virtuale del museo e un link con informazioni su eventi e aperture straordinarie.

Polo Museale Fiorentino | Palazzo Davanzati

Il sito di Firenze | Aperture straordinarie di Palazzo Davanzati


Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Museo della Casa Fiorentina Antica | Palazzo Davanzati | Via Porta Rossa 13, Firenze

Sabato, 19 Ottobre 2013 10:32

Foto D'Arte Firenze per la Galleria degli Uffizi In evidenza

Scritto da

Al via la campagna fotografica per la documentazione delle campate della Galleria più famosa nel mondo, gli Uffizi.

Un importante e prestigioso incarico che premia la professionalità e l'esperienza di Foto D'Arte Firenze al servizio dell'Arte.

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Galleria degli Uffizi 

Video collegato

Foto D'Arte Firenze nei Palazzi e nelle Ville di antiche famiglie fiorentine

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Palazzo Feroni Spini Ferragamo Firenze

Si è appena conclusa la campagna fotografica che ci ha permesso di realizzare un'accurata e approfondita ricognizione sistematica dei Palazzi nobiliari fiorentini, ancor oggi abitati da quelle famiglie che ne hanno voluto l'edificazione o hanno contribuito sensibilmente ad accrescerne il valore.

L'occasione ci è gradita per ringraziare tutte le persone che con la loro disponibilità hanno permesso la realizzazione di questa importante pubblicazione curata da Mina Gregori e Mara Visonà.

Leggi l'articolo sul blog di Foto D'Arte Firenze sulla presentazione del volume "Fasto Privato. La decorazione murale in palazzi e ville di famiglie fiorentine".

Anche il Giornale dell'Arte annuncia l'evento. 

Volume: Fasto Privato. La decorazione murale in palazzi e ville di famiglie fiorentine. Edizioni Edifir

Le trasferte a Venezia di Foto D'Arte Firenze per i capolavori di Antonio Canova

Per circa un'anno e mezzo Foto D'Arte Firenze ha seguito l'accurato e meticoloso intervento di restauro sulle opere del Canova a Venezia.

Sono state delle trasferte impegnative ma sicuramente entusiasmanti, immersi tra le tante opere d'arte che questa città ci ha offerto.

A fianco di Daniele Angellotto, l'abile restauratore che si è occupato del recupero di questi gessi del Canova, abbiamo iniziato a produrre tutta la documentazione fotografica necessaria iniziando a fotografare le metope nel loro stato iniziale.

Visto lo stato in cui questi gessi si trovavano si è trattato di un'intervento di restauro molto impegnativo sotto tutti i punti di vista, culminato in un eccezionale recupero. 

Foto D'Arte Firenze vi presenta una galleria di immagini realizzate nei depositi dell'Accademia durante le numerose trasferte a Venezia.

Leggi l'articolo del blog di Foto D'Arte Firenze sulla presentazione di queste opere restaurate alle Gallerie d'Italia di Milano.

Un' interessante approfondimento su Le CANDIDE METOPE DOPO IL RESTAURO "ULTIMO CAPOLAVORO" DI CANOVA - Arskey | magazine d'arte moderna e contemporanea

Richiamate dalle innumerevoli bellezze artistiche e da luoghi ricchi di fascino, sono sempre di più le coppie di stranieri che scelgono l'Italia per convolare a nozze.

Talvolta, a spingere i futuri sposi verso il Belpaese sono i ricordi lasciati durante un viaggio o un soggiorno prolungato. E' il caso di Brianche, dopo aver trascorso un periodo della sua vita in Toscana per lavoro, ha deciso di tornarci per sposare la sua Alison.

Ad una settimana dal matrimonio, abbiamo incontrato i due "Promessi Sposi" nello splendido Hotel Villa Casagrande, un elegante albergo di categoria superiore ubicato nel centro storico di Figline Valdarno dove la coppia alloggia assieme alla graziosa figlia Livia e dove si terrà il ricevimento di nozze.


La piacevole mattinata trascorsa in compagnia di Brian, Alison e Livia è stata un'ottima occasione per conoscerci meglio, per pianificare la giornata delle nozze e per fare qualche scatto passeggiando fra i vicoli e le piazze della città.


Ai futuri sposi vanno i nostri più sinceri auguri.


 Love and Passion, Art and Photography - www.fotodartefirenze.it - Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi 


Foto D'Arte Firenze e il nuovo servizio di Newsletter

Iscrivetevi al nostro nuovo servizio di NEWSLETTER per ricevere notizie, curiosità ed informazioni legate alla nostra attività nell'ambito della fotografia matrimoniale.

Registrarsi è semplice: servizio NEWSLETTER di Foto D'Arte Firenze - iscrizione 

Video collegato

Video di Simone Baroncelli

Negli ultimi anni, il crescente numero di fotografi, laboratori fotografici ed artisti che hanno scelto di affidarsi alla tecnologia Epson per produrre le loro stampe artistiche ha dato un contributo decisivo allo sviluppo della stampa digitale fine artCiò ha portato ben presto al centro del dibattito la necessità di definire uno standard di settore per certificare la qualità di esecuzione e la longevità delle stampe fine art ottenute con stampanti fotografiche Epson.

Nel 2003 nasce così il marchio Digigraphie®, frutto di una ricerca ultradecennale Epson sulle prestazioni delle proprie stampanti e sulla resistenza dei propri inchiostri. Digigraphie è un marchio di eccellenza ed autenticità che consente di produrre stampe fine art da collezione certificate in edizione limitata.


Il marchio può essere usato per ogni opera artistica prodotta osservando attentamente un insieme ben preciso di regole e criteri operativi, definiti da un Comitato che riunisce fotografi, pittori ed artisti digitali. Queste regole riguardano l'utilizzo di determinati sistemi di stampa, di inchiostri e di supporti fine art in grado garantire alle opere prodotte una perfetta fedeltà della gamma cromatica, eccellenti sfumature e durata nel tempo.

Ogni stampa fine art ottenuta seguendo i criteri Digigraphie viene contrassegnata da un timbro a secco di autenticazione, numerata, accompagnata da un certificato di garanzia e firmata dall'artista che l'ha prodotta. Questo la rende un'opera dal carattere esclusivo, un pezzo originale da collezione.


Con Digigraphie, dunque, i produttori d'arte, dagli artisti delle gallerie d'arte, ai musei, ai laboratori fotografici, hanno l'opportunità di valorizzare il proprio patrimonio di immagini grazie all'eccellente qualità della stampa fine art, e di diffondere qualunque creazione in tiratura limitata, conferendole la garanzia di mantenersi intatta negli anni. 

Ecco perché anche noi di Foto D'Arte Firenze abbiamo adottato il marchio Digigraphie per le nostre stampe, persuasi dalle prospettive che questo standard offre a chi come noi, col proprio lavoro, mette "la tecnica al servizio dell'Arte".

 

Grazie a Digigraphie, siamo in grado infatti di garantire gli standard più elevati nella riproduzione digitale dei capolavori artistici e di tutelare i nostri clienti, che così avranno la certezza di ricevere un prodotto di qualità certificata, capace di durare per sempre.

 


Cristian Ceccanti | Foto D'Arte Firenze @ Digigraphie by Epson


 

Video collegato

Situata nel cuore storico di Firenze, all'interno del complesso edilizio di San Lorenzo, con i suoi 11000 manoscritti e i suoi 2500 papiri egizi la Biblioteca Medicea Laurenziana custodisce un tesoro librario unico al mondo per importanza filologica e artistica, che riflette, in particolare, alcune delle tappe fondamentali della storia del Rinascimento fiorentino.

In seguito ad interventi di ammodernamento, che videro impegnato anche Filippo Brunelleschi, la struttura fu destinata ad ospitare il patrimonio di manoscritti della famiglia medicea e l'ascesa al soglio pontificio di Giulio de' Medici (Clemente VII) diede impulso all'idea maturata in precedenza da Lorenzo il Magnifico di trasformare i locali in una biblioteca pubblica. Il nuovo papa affidò il progetto a Michelangelo Buonarroti, che riorganizzò abilmente gli spazi ricavando una vasta sala di lettura ed un secondo locale di consultazione. 

I lavori si interruppero con la partenza di Michelangelo da Firenze e la morte improvvisa dell'illustre committente, per poi riprendere vent'anni più tardi grazie al granduca Cosimo I, che fece inaugurare la biblioteca nel 1571, dopo aver trasformato l'originaria sala di lettura michelangiolesca in un elegante vestibolo d'ingresso a sviluppo verticale, con una mirabile scalinata realizzata in pietra serena dallo scultore Bartolomeo Ammannati su disegno dello stesso Buonarroti.

Quella che doveva essere la sala secondaria costituisce invece l'attuale sala di lettura, caratterizzata da un lungo corridoio fra due file di banchi, detti plutei, aventi funzione di leggio e custodia e illuminati da un mirabile ciclo di vetrate recanti i simboli dell'araldica medicea in un tripudio di motivi a grottesca, armi, emblemi e putti alati, riferibili probabilmente a maestranze fiamminghe su disegno di Giorgio Vasari

Realizzate per ultime, queste vetrate hanno subito in passato diversi restauri. L'ultimo intervento, avviato nel 2003 per l'aggravarsi della situazione conservativa, è stato realizzato grazie all'Opificio delle Pietre Dure, antico Istituto fiorentino nato sotto il patrocinio di Ferdinando I de' Medici.

Essendo stati inseriti nell'elenco 2013 di Operatori Economici per servizi di documentazione fotografica di Beni Culturali, noi di Foto D'Arte Firenze abbiamo potuto seguire le delicate fasi di restauro, che in parte hanno richiesto il trasferimento delle vetrate all'interno del laboratorio dell'Opificio. Un'esperienza per noi "esclusiva" ed estremamente affascinante, vissuta al fianco del direttore dei lavori Rosanna Moradei e del restauratore Daniele Angellotto e che ci ha permesso di osservare da vicino la rinascita di questi autentici capolavori dell'arte vetraria, cornice perfetta di un luogo che ancora oggi, a distanza di secoli, rimane uno dei poli artistico-culturali più importanti al mondo.


Vetrata n.18 prima e dopo l'intervento di restauro © Foto D'Arte Firenze

Di seguito il link con la presentazione ed i dettagli dei lavori:

Biblioteca Medicea Laurenziana | Restauro del ciclo di vetrate

Opificio delle Pietre Dure (OPD) - Ciclo di vetrate del Salone di Michelangelo


Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Biblioteca Medicea Laurenziana | Piazza S.Lorenzo, 9 Firenze

A chi conosce bene il settore pellettiero il nome Almax suonerà sicuramente familiare: dai laboratori di questa pelletteria, da oltre vent'anni, escono borse, valigie e accessori in pelle che vanno ad arricchire le vetrine delle griffe del lusso più famose del mondo.

© Foto D'Arte Firenze

Fondata nel 1986 da Mauro Guerrini, l'azienda oggi può contare su 85 dipendenti e su una rete di 300 subfornitori, vantando fatturati che la collocano fra le aziende più sane e produttive dell'intero distretto fiorentino della pelletteria di lusso.

© Foto D'Arte Firenze

Le chiavi del successo di Almax sono da ricercarsi nel felice connubio fra il rispetto e l'attenzione verso la tradizione artigiana fiorentina ed una moderna gestione imprenditoriale, improntata alla salvaguardia del capitale umano come risorsa produttiva primaria e caratterizzata dalla volontà di investire costantemente in ricerca ed innovazione. Tutto ciò in funzione dell'ambiziosa missione che fin dalla sua nascita questa azienda si è data, ovvero quella di rappresentare al meglio l'eccellenza del Made in Italy abbinando prodotti di alta qualità a servizi efficienti, in grado di assecondare i gusti di un pubblico sempre più esigente.

© Foto D'Arte Firenze

In occasione dell'ampliamento e del rinnovo dei suoi locali, Almax ha aperto le porte della sede di Scandicci a Foto D'Arte Firenze, che con la sua campagna fotografica ha realizzato le immagini per la stampa in grande formato di pannelli con i quali l'azienda ha integrato l'arredamento degli ambienti.

© Foto D'Arte Firenze

Per Foto D'Arte Firenze, da sempre attenta alle realtà dell'artigianato fiorentino, è stata un'interessante e stimolante opportunità per compiere un viaggio nei luoghi dove nascono il lusso e l'eccellenza propri dello stile italiano. 

© Foto D'Arte Firenze

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Pelletteria Almax | Via delle Sette Regole 18/a, Scandicci (Firenze)

Non c'è dubbio che, a fronte di una lunga fase di avvicinamento dedicata ai preparativi e a questioni organizzative, il giorno del matrimonio scivoli via rapidamente in un frenetico susseguirsi di attimi che alla fine, inevitabilmente, lasciano agli sposi la sensazione che il tempo sia volato.


Alla fine della giornata, quando l'emozione lascia il passo alla stanchezza e alla felicità, rimane il ricordo di ogni singolo palpito, di ogni singolo fremito che ha accompagnato i momenti più significativi delle nozze: l'attesa dello sposo, l'ingresso in chiesa della sposa, lo scambio delle fedi, l'abbraccio con l'amico o l'amica d'infanzia, i momenti di collettività festosa. 

Ma sono tanti anche quei frangenti che sfuggono agli occhi dei protagonisti, quelli vissuti attorno a loro e per loro, quelli che completano il cerimoniale contribuendo a ritmare il racconto del giorno che segnerà per sempre la loro vita: lo sguardo commosso dei genitori, quello distratto del bambino, colto nella sua estraneità partecipe, e poi un momento che non manca mai, quello del divertissement, l'attimo in cui succede qualcosa di buffo e inaspettato.


Il compito del fotografo è quello di cogliere e dilatare tutti questi frangenti, fissandoli in istantanee da consegnare alle future generazioni della nuova famiglia, ma anche ai genitori, ai parenti e agli amici immortalati, come ricordi tangibili di una gioia condivisa in un giorno di festa.

Ma se uno scatto deve portare con sé la suggestione di un istante, affinché l'istante duri nel tempo è necessario saperlo confezionare non solo nel momento in cui lo si coglie, ma anche e soprattutto nella fase in cui lo si fa rivivere. E  niente come una scatola dei ricordi può aiutare a conservare e a trasmettere le emozioni e le sensazioni di un giorno così speciale. 

Per questo Foto D'Arte Firenze pone da sempre molta cura nella presentazione delle proprie immagini di matrimonio, privilegiando soluzioni di qualità che esaltano e completano le stampe, con uno stile elegante ed esclusivo abbinato a materiali di prima scelta destinati a resistere negli anni. La vostra scatola dei ricordi diventa così un'opera d'arte, uno scrigno dove ogni scatto è un pensiero scolpito per sempre nella memoria.

 Foto D'Arte Firenze e il nuovo servizio di Newsletter

Iscrivetevi al nostro nuovo servizio di NEWSLETTER per ricevere notizie, curiosità ed informazioni legate alla nostra attività nell'ambito della fotografia matrimoniale.

Registrarsi è semplice: servizio NEWSLETTER di Foto D'Arte Firenze - iscrizione


Love and Passion, Art and Photography - www.fotodartefirenze.it - Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi

Pagina 1 di 10

Eventi

« Luglio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

TAG

affreschi alessandra marino alta risoluzione antonio canova antonio da sangallo il giovane arezzo asciano benito navarrete biblioteca medicea laurenziana campagna fotografica Canova carta cotone castello leonina catalogo sillabe ceccanti foto ceccanti fotografo firenze census chianti clemente vii color management cosimo i crete senesi cristian ceccanti cristian ceccanti fotografo cristian ceccanti fotografo arte cristina acidini daniele angellotto dante alighieri decorazione murale design disegni edifir eike schmidt eleganza engagement session ente cassa risparmio firenze epson famiglia medicea fasto privato ferdinando i fiesole figline valdarno firenze foto arte foto arte firenze fotografia fotografia arte fotografia arte firenze fotografia matrimonio fotografia matrimonio firenze fotografo fotografo arte fotografo arte firenze fotografo firenze fotografo matrimonio fotografo matrimonio firenze foto matrimonio firenze gabinetto disegni e stampe uffizi galleria palatina galleria uffizi gallerie uffizi gerhard wolf giorgio marini giuliano da sangallo griffe grottesca ivan rossi ivan rossi fotografo ivan rossi fotografo arte kunsthistorisches institut in florenz made in italy manoscritti mara visona marco bisi marco ciatti marzia faietti max planck institut medici michelangelo buonarroti mina gregori monica bietti museo argenti opere arte opificio pietre dure palazzo pitti palazzo vecchio pelletteria piazzale michelangelo pittura polo museale fiorentino ponte vecchio post produzione raffaello reportage fotografico restauro restauro vetrate biblioteca laurenziana rinascimento roma salone di michelangelo san lorenzo scandicci scultura segni nel tempo siena sillabe simone baroncelli sposi stampa fine art stile toscana uffizi valdarno venezia vetrate biblioteca laurenziana video villa casagrande villa la palagina ville vino volume