Dal dicembre 2013, c'è un angolo d'Italia ad accogliere i visitatori di Bryant Park, uno dei parchi più frequentati di New York, situato in Midtown Manhattan fra la 41a e la 42a strada. Al 1095 di Avenue of Americas, nella piazza che fa da anticamera al parco, svettano Hero e Superhero, la coppia di sculture pubbliche con cui l'acclamato architetto e designer italiano Antonio Pio Saracino ha risposto alla duplice richiesta di celebrare l’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti e di realizzare un progetto di arte pubblica nel cuore della Grande Mela.


Hero, interamente realizzata in marmo, è un dono dell’Italia agli Stati Uniti, da parte della Farnesina, dell’Ambasciata Italiana di Washington DC e del Consolato Generale d’Italia a New York, con il sostegno di Eni, in segno di amicizia fra i due Paesi. Guardando l'opera, anche l'occhio più distratto non può fare a meno di scorgervi i contorni familiari di uno dei simboli più famosi dell'Italia nel mondo, nonché icona fra le più rappresentative della civiltà occidentale: il David di Michelangelo.

Con questo progetto, Saracino si è infatti voluto ispirare al grande capolavoro del Buonarroti, proponendone una rilettura in chiave moderna basata sulla scomposizione delle armoniche forme michelangiolesche in piani paralleli di vario spessore, a formare una struttura che richiami l'architettura dei grattaceli circostanti e che esprima al tempo stesso potenza e levità.


Il 4 maggio, a due anni dalla sua creazione, una nuova edizione della scultura di Saracino è stata installata nel cortile della Galleria dell'Accademia, a pochi metri dall'opera a cui si ispira. L'iniziativa, promossa dalla stessa Direzione della Galleria dell'Accademia, in collaborazione con l'Ambasciata Italiana di Washington DC e con PMG Italia, rappresenta un omaggio "filologico" al grande modello di Michelangelo ed il tentativo ambizioso di instaurare con esso una relazione attuale.


© Foto D'Arte Firenze

La nuova edizione, commissionata dal gruppo finanziario newyorkese Global emerging Markets Group (GEM), è stata infatti costruita a Carrara usando la stessa pietra scelta da Michelangelo  ed ha le stesse dimensioni del David (5,2 m.), dunque più grande di quella di Bryant Park, per un peso totale di circa 5t. Essa rimarrà esposta fino al 20 settembre, dopodiché verrà trasferita all'EXPO di Milano.

Noi di Foto D'Arte Firenze abbiamo incontrato Saracino alla Galleria dell'Accademia ed abbiamo seguito assieme a lui le operazioni di scopertura dell'opera, realizzando alcuni degli scatti usati per il pieghevole dell'evento espositivo, facente parte della collana "Quaderni dell'Accademia", edita da Sillabe. Per noi e per la nostra attività nell'ambito della fotografia d'arte, l'incontro con un esponente di spicco dell'architettura contemporanea si è rivelato particolarmente stimolante.


Siamo lieti di aver potuto rendere omaggio ad un opera coraggiosa, considerata una fra le più intelligenti e qualitativamente rilevanti reinterpretazioni del David mai realizzate, nel segno della continuità con i valori della tradizione artistica ed architettonica italiana del passato, di cui siamo da sempre sostenitori.

© Foto D'Arte Firenze


Antonio Pio Saracino - Designer e architetto Italiano di fama internazionale con base a New York, Saracino ha disegnato edifici, monumenti e oggetti. Le sue opere di design sono state esposte in numerose gallerie e musei di livello internazionale a Washington D.C., Los Angeles e Dubai e fanno parte di collezioni permanenti in musei come il Brooklyn Museum, il Museum of Art and Design di New York e il PowerHouse Museum di Sydney. Ha partecipato alla 54a edizione della Biennale d'Arte di Venezia ed ha vinto numerosi premi tra cui due American Architecture Awards dal Chicago Museum of Architecture e due Best of the Year Award da Interior Design Magazine. Il suo lavoro è stato recensito in pubblicazioni di livello internazionale come il The New York Times, Architectural Digest, Interior Design e Wellpaper. ARTnews Magazine lo ha inserito fra i 25 più interessanti trendsetter, il New italian Blood award lo ha riconosciuto come uno dei Top Ten Italian Architects under 36 e Vogue lo ha definito come uno dei più prolifici designers italiani all'estero.


Informazioni utili La mostra “Hero a Firenze. Omaggio al David: Saracino interpreta Michelangelo” sarà visibile nel cortile interno della Galleria dell’Accademia dal 5 maggio fino al 20 settembre 2015, dal martedì alla domenica, dalle 8.15 alle 18.50.Il biglietto d’ingresso costa € 12,50 (intero) e € 6,25 (ridotto); eventuali richieste di prenotazione al numero 055-294883 di Firenze Musei. Per l’occasione, a cura di Sillabe, è stato realizzato un pieghevole in italiano e in inglese della serie “Il luogo del David” , con i testi dei protagonisti e arricchito da un notevole apparato fotografico (in allegato a questo articolo). Da segnalare, infine, che con il prezzo del biglietto d’ingresso al museo saranno visibili sia la grande scultura di Saracino, sia la mostra “L’arte di Francesco. Capolavori d’arte italiana e terre d’Asia dal XIII al XV secolo”, in corso nell’ambito del programma espositivo di Un anno ad arte 2015.


Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Galleria dell'Accademia | Via Ricasoli 58-60 Firenze


Foto D'Arte Firenze e il nuovo servizio di Newsletter

Vi ricordiamo che sulle pagine del nostro Blog è attivo il nuovo servizio di NEWSLETTER per rimanere aggiornati in "tempo reale" su notizie, curiosità ed informazioni riguardanti mostre, eventi ed altre iniziative legate al mondo dell'arte e non solo.

 

Registrarsi è semplice: servizio NEWSLETTER di Foto D'Arte Firenze - iscrizione

 Alcuni video dedicati all'evento

Pubblicato in Fotografia per l'arte

Quando si parla di moda e manifattura, il made in Italy è universalmente riconosciuto come sinonimo di gusto e garanzia di qualità. In virtù dell'alta considerazione di cui gode, il settore manifatturiero italiano, fra le oggettive difficoltà di un momento storico non certo favorevole, può proporsi come un appetibile terreno d'investimento per quei Paesi che oggi detengono una più ampia disponibilità di risorse economiche.

E' questo lo scenario in cui si è configurato l'incontro fra l'antica tradizione della pelletteria fiorentina, rappresentata egregiamente dall'azienda Almax della famiglia Guerrini, e i capitali cinesi di Zong Quinghou, colui che, stando alle stime di Forbes, è l'uomo più ricco nel Paese della Grande Muraglia. Zong gira l'Europa in cerca di brand da lanciare nella catena di centri commerciali Waow Plaza, di sua proprietà, occupandosi in prima persona della scelta dei prodotti. In una delle sue tappe italiane, si ferma nel distretto manifatturiero di Firenze e commissiona ad Almax una linea di borse e accessori rigorosamente in pelle, in cui siano inconfondibili l'impronta e lo stile del made in Italy. L'azienda fiorentina, con alle spalle un'esperienza pluridecennale come produttrice per le principali griffe mondiali del lusso, decide di raccogliere la sfida, facendosi interprete di un nuovo target e cercando di dare una precisa identità al proprio percorso creativo attraverso collezioni sviluppate in totale autonomia.

Nasce così la linea Guerrini, la nuova firma della pelletteria italiana, con due collezioni dal design ricercato e contemporaneo, realizzate con pellami di qualità e curate nei minimi particolari, come esige la scuola artigiana italiana. La linea comprende borse, portafogli, cinture, articoli di valigeria e custodie concepiti per accompagnare l'uomo e la donna di oggi in ogni occasione, sia nel lavoro che nel tempo libero, con modelli eleganti, pratici e grintosi per lei, classici e casual chic per lui.

© Foto D'Arte Firenze

Per presentare le sue creazioni, la famiglia Guerrini ha riconfermato lo stretto sodalizio con Foto D'Arte Firenze, che aveva già curato un reportage fotografico per Almax (leggi l'articolo del blog che ne parla). Siamo così tornati nella sede dell'azienda a Scandicci, dove abbiamo realizzato le immagini ufficiali delle collezioni del nuovo marchio destinate al catalogo cartaceo e online. Un incarico che Foto D'Arte Firenze ha accettato con entusiasmo e onorato con l'impegno e la cura dei dettagli di sempre, la stessa cura che Almax riserva alle sue lavorazioni e che, in quasi trent'anni di attività, ha portato questa pelletteria ai livelli di eccellenza che tutto il mondo oggi le riconosce.

Una selezione di immagini della prima collezione

© Foto D'Arte Firenze

Una selezione di immagini della seconda collezione

 © Foto D'Arte Firenze

Di seguito, i link di due interessanti articoli per saperne di più su Zong Quinghou e su questa sfida tutta italiana:

Il Sole 24 Ore | L'uomo più ricco della Cina punta sul made in Italy

Il Sole 24 Ore | L'Almax di Scandicci produce borse per il cinese più ricco

 

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Pelletteria Almax | Via Delle Sette Regole 18/A, Scandicci (FI)

 

Pubblicato in Miscellanea

A chi conosce bene il settore pellettiero il nome Almax suonerà sicuramente familiare: dai laboratori di questa pelletteria, da oltre vent'anni, escono borse, valigie e accessori in pelle che vanno ad arricchire le vetrine delle griffe del lusso più famose del mondo.

© Foto D'Arte Firenze

Fondata nel 1986 da Mauro Guerrini, l'azienda oggi può contare su 85 dipendenti e su una rete di 300 subfornitori, vantando fatturati che la collocano fra le aziende più sane e produttive dell'intero distretto fiorentino della pelletteria di lusso.

© Foto D'Arte Firenze

Le chiavi del successo di Almax sono da ricercarsi nel felice connubio fra il rispetto e l'attenzione verso la tradizione artigiana fiorentina ed una moderna gestione imprenditoriale, improntata alla salvaguardia del capitale umano come risorsa produttiva primaria e caratterizzata dalla volontà di investire costantemente in ricerca ed innovazione. Tutto ciò in funzione dell'ambiziosa missione che fin dalla sua nascita questa azienda si è data, ovvero quella di rappresentare al meglio l'eccellenza del Made in Italy abbinando prodotti di alta qualità a servizi efficienti, in grado di assecondare i gusti di un pubblico sempre più esigente.

© Foto D'Arte Firenze

In occasione dell'ampliamento e del rinnovo dei suoi locali, Almax ha aperto le porte della sede di Scandicci a Foto D'Arte Firenze, che con la sua campagna fotografica ha realizzato le immagini per la stampa in grande formato di pannelli con i quali l'azienda ha integrato l'arredamento degli ambienti.

© Foto D'Arte Firenze

Per Foto D'Arte Firenze, da sempre attenta alle realtà dell'artigianato fiorentino, è stata un'interessante e stimolante opportunità per compiere un viaggio nei luoghi dove nascono il lusso e l'eccellenza propri dello stile italiano. 

© Foto D'Arte Firenze

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ Pelletteria Almax | Via delle Sette Regole 18/a, Scandicci (Firenze)
Pubblicato in Miscellanea

B Bill è una nuova realtà artigiana fiorentina, nata dalla passione e dall'esperienza creativa di Giulia Servello con l'obiettivo di offrire al pubblico gioielli dallo stile unico e riconoscibile. Con una solida preparazione artistica alle spalle e la costante ricerca della qualità propria dello stile italiano, Giulia ha saputo dare forma ad oggetti che si distinguono per l'originalità ed il forte impatto.

In occasione di HOMI, la rassegna espositiva dedicata allo stile e al design tenutasi dal 19 al 22 gennaio presso Fiera Milano, B Bill ha presentato le sue nuove collezioni, una ricca varietà di bracciali, collane ed orecchini, tutti realizzati in pochi esemplari, in grado di intercettare diversi gusti e tendenze e di adattarsi a differenti stili di vita. Quarzo, agata e ametista sono alcune delle pietre semipreziose che arricchiscono queste creazioni, realizzate anche in fusione e bagno d'argento su disegno di Giulia.

A margine dell'evento espositivo, Foto D'Arte Firenze ha avuto il piacere di realizzare le immagini per il campionario delle nuove proposte B Bill, una campagna fotografica condotta a stretto contatto con Giulia, con il suo entusiasmo e con la sua impareggiabile creatività.

Alcune delle immagini realizzate per B Bill

© Foto D'Arte Firenze 

Cristian Ceccanti & Ivan Rossi fotografi | Foto D'Arte Firenze @ B.Bill bijoux di Giulia Servello, Via F.Soldani 18, Firenze 
Pubblicato in Miscellanea

Eventi

« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

TAG

affreschi alessandra marino alta risoluzione antonio canova antonio da sangallo il giovane arezzo asciano benito navarrete biblioteca medicea laurenziana campagna fotografica Canova carta cotone castello leonina catalogo sillabe ceccanti foto ceccanti fotografo firenze census chianti clemente vii color management cosimo i crete senesi cristian ceccanti cristian ceccanti fotografo cristian ceccanti fotografo arte cristina acidini daniele angellotto dante alighieri decorazione murale design disegni edifir eike schmidt eleganza engagement session ente cassa risparmio firenze epson famiglia medicea fasto privato ferdinando i fiesole figline valdarno firenze foto arte foto arte firenze fotografia fotografia arte fotografia arte firenze fotografia matrimonio fotografia matrimonio firenze fotografo fotografo arte fotografo arte firenze fotografo firenze fotografo matrimonio fotografo matrimonio firenze foto matrimonio firenze gabinetto disegni e stampe uffizi galleria palatina galleria uffizi gallerie uffizi gerhard wolf giorgio marini giuliano da sangallo griffe grottesca ivan rossi ivan rossi fotografo ivan rossi fotografo arte kunsthistorisches institut in florenz made in italy manoscritti mara visona marco bisi marco ciatti marzia faietti max planck institut medici michelangelo buonarroti mina gregori monica bietti museo argenti opere arte opificio pietre dure palazzo pitti palazzo vecchio pelletteria piazzale michelangelo pittura polo museale fiorentino ponte vecchio post produzione raffaello reportage fotografico restauro restauro vetrate biblioteca laurenziana rinascimento roma salone di michelangelo san lorenzo scandicci scultura segni nel tempo siena sillabe simone baroncelli sposi stampa fine art stile toscana uffizi valdarno venezia vetrate biblioteca laurenziana video villa casagrande villa la palagina ville vino volume